Sanremo: conferenza stampa

Antonio Marano: Sanremo è il nostro Superbowl. Amadeus: le polemiche? Non mi hanno colpito.

Inizia oggi ufficialmente la settimana di Sanremo. Oggi la conferenza stampa ufficiale del festival con il sindaco di Sanremo, il neodirettore di Rai 1 Stefano Coletta, il vice-direttore Claudio Fasulo e il direttore artistico Amadeus.

Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo, dice: “Questo è il festival per tutti. Sono stati 70 anni importanti e il festival è ormai lo specchio del nostro Paese. Proprio per questo abbiamo deciso di scrivere nelle luminarie che vanno dall’Ariston al Casinò le parole di una canzone cantata nel 1958 da Domenico Modugno: “Nel blu dipinto di blu”. Questa canzone venne cantata al Casinò, e mai come questo anno abbiamo voluto collegare i due templi della musica della città.

Il sindaco lascia la parola a Antonio Marano di RAI pubblicità. “Quest’anno abbiamo voluto trasformare tutto in un evento collettivo, ampliato e cross-mediale. Quello che abbiamo fatto è innovare il piano industriale in RAI, tutto sta subendo un’evoluzione. Mancava un’imprenditorialità a livello di costruzione degli eventi come RAI, Sanremo quest’anno è il nostro punto di partenza.

Cos’è Sanremo? Nazional-popolarità, eritage, dimensione collettiva e valori positivi. Un esempio è proprio quello del red carpet, più lungo e innovativo. Accettiamo le critiche, ma prendiamo consapevolezza che quando la RAI gioca non ce n’è per nessuno! Ieri abbiamo visto il Superbowl, domani comincia il nostro di Superbowl”.

E’ il turno del neodirettore di RAI 1, Stefano Coletta: “Il pubblico deve aspettarsi grande professionalità da questo Festival. Si parla di un racconto che attraversa le 5 serate. Per me è un grande battesimo, sognavo di fare questo da anni e ne sono molto felice. Ci concentreremo su elementi artistici, storici e soprattutto umani. E’ il festival dei legami stretti e il ripercorrere queste 70 edizioni, è un ripercorrere tutto quello che è stato fatto in RAI.”

Il direttore artistico e conduttore Amadeus. “La presenza della stampa è importantissima per il festival, proprio per il risalto che le viene dato. E’ importante perché è Sanremo, ma in modo particolare perché è il suo 70esimo anniversario”.

Gli vengono poste delle domande sulle polemiche precedenti al festival e lui risponde così: “quando hai la coscienza a posto non ti toccano le polemiche. Quello che ho detto non l’ho fatto per mancare di rispetto a qualcuno, a me interessa la musica. Nessuna polemica mi ha ferito o colpito.”

Il vice-direttore di Rai 1, Claudio Fasulo, alla sua volta dietro le quinte del festival, parla delle varie sfaccettature del festival nei vari canali e media: sottolinea l’importanza del Prima Festival, ricorda gli appuntamenti con Radio 2 e ci tiene a parlare del filtro di Sanremo: più di 4 milioni di download.

Inaspettata l’incursione di Rosario Fiorello, carissimo amico di Amadeus, che delizia la sala stampa con uno sketch improvvisato durante la conferenza stampa.