Cerimonia di chiusura: Gubitosi saluta Giffoni Experience

Si è conclusa la 49esima edizione del Giffoni Film Festival, che, guardando al futuro, dà appuntamento al 2020, anno del 50ennale.

Dopo intensi giorni di dibattiti e proiezioni, che hanno visto coinvolte le varie categorie, è stato consegnato il Gryphon Award 2019 ai sei lungometraggi vincitori.
La selezione ha messo a confronto oltre 100 opere in concorso, tra lungometraggi, cortometraggi e documentari scelti tra 4100 produzioni provenienti da tutto il mondo.

Crediti Giffoni_Experience

Elements +3

Il cortometraggio in selezione scelto dagli Elements +3 è THE MOST MAGNIFICENT THING di Arna Selznick (Canada, 2019).
Una bambina dallo spirito creativo è determinata a fare grandi cose. Accompagnata dal suo fedele amico, il suo cane, inizierà ad esplorare il mondo.

Elements +6

Ad aver stregato gli Elements +6 è ROCCA CHANGES THE WORLD di Katja Benrath (Germania, 2019).
Rocca vive da sola in una grande casa. Trova in Caspar un amico insolito che si rivelerà il prepotente della classe, ma la cosa più importante per la bambina è conquistare il cuore di sua nonna.

Elements +10

TEACHER di Siddharth Malhtora (India, 2018), è il lungometraggio votato dagli Elements +10. Protagonista è un’aspirante insegnante affetta dalla sindrome di tourette. Dopo diversi colloqui ottiene il lavoro dei suoi sogni in una delle scuole più esclusive della città. Tuttavia, comprenderà presto che che all’interno della sua classe ci saranno studenti che le daranno problemi.

Generator +13

I Generator +13 hanno incoronato BLINDED BY THE LIGHT di Gurinder Chadha (nota al pubblico per Sognando Beckham).
Una storia di coraggio e amore che mostra come la musica sia in grado di sollevare lo spirito umano.

Generator +16

Distribuzione internazionale Mongrel International, per GIANT LITTLE ONES di Keith Behrman (Canada, 2018) vincitore nella categoria Generator +16.
Franky Winter e Ballas Kohl sono amici fin dall’infanzia. Rappresentano l’élite del liceo: belli, star della squadra di nuoto e popolari con le ragazze, vivono una perfetta vita da adolescenti, fino a quando entrambi vengono coinvolti in un incidente che cambierà le loro vite per sempre.

Generator +18

THE PLACE OF NO WORDS di Mark Webber (USA, 2019) è il lungometraggio scelto dalla Genarator +18.
Al centro del film la tematica di come viene affrontata la morte e l’amore, raccontata attraverso gli occhi di un padre e un figlio.

Conclusioni

Giffoni Experience è pronto a lasciare il posto, dopo dieci anni, a Giffoni Opportunity. Appuntamento dal 16 al 25 Luglio con la prossima edizione.