QuarAntenna: cabine di regia con Antonio Decaro

Com’è gestita l’emergenza Corona Virus dalle cabine di regia delle regioni? Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente ANCI, racconta a QuarAntenna alcuni retroscena sulla collaborazione Governo-Regioni.

QuarAntenna: Sara Giudice, una giornalista nell'er del Covd-19

La sterilizzazione del potere di ordinanza

Durante gli ultimi mesi il Governo italiano è stato costretto ad adottare dei provvedimenti molto severi e stringenti nei confronti dei propri cittadini. In questa fase, atta a contenere il diffondersi del Covid-19, sicuramente è stato fondamentale il coordinamento di tutte le istituzioni della Repubblica.

Antonio Decaro, in veste di rappresentante dei comuni italiani, ha preso parte a questa collaborazione che ha visto la sospensione del potere di ordinanza sanitario degli enti locali per la prima volta. Infatti, congelando l’articolo 50 del Testo Unico degli Enti Locali, sindaci e presidenti delle regioni hanno deciso di affidarsi ad un comitato tecnico-scientifico competente per gestire la situazione.

Secondo Decaro appunto, solo una gestione unitaria a livello nazionale di una pandemia globale può potare a risultati tangibili. Inoltre ciò evita il rischio di generare caos dovuto a singoli provvedimenti regionali.

La situazione pugliese

Dall’inizio della fase 2 molte regioni rilevano dati incoraggianti e una di queste è la Puglia. In particolare, nella città di Bari, di cui Antonio Decaro è sindaco, il numero di contagi è decisamente contenuto.

Un aiuto consistente alla città pugliese è giunto da Canton, capoluogo della provincia del Guangdong (Cina), con cui sin dal 1986 è gemellata, che ha fornito una grande quantità di materiale sanitario. Le mascherine donate sono state destinate a servizi sociali, volontari, aziende di servizi pubblici e polizia locale, garantendo lo svolgimento di tali attività. Attualmente, grazie ad altre donazioni, si stanno distribuendo mascherine e buoni pasto anche presso le famiglie più in difficoltà.

La comunicazione con il Governo e i Ministri risulta centrale anche per il tema scuola. Visti i buoni risultati regionali saranno proposte e discusse iniziative volte alla ripresa della socializzazione tra i bambini e i ragazzi, fondamentale tanto quanto la formazione scolastica.

In questo periodo è di fondamentale importanza avere un interlocutore ben presente per i sindaci, che si trovano ad affrontare numerose richieste da parte dei cittadini. Diverse proposte in merito a partite IVA e cassa integrazione, infatti, sono direttamente partite dai comuni. Proprio per questo motivo è auspicabile una risoluzione dei conflitti all’interno della maggioranza governativa.

Ascolta l’intervista completa di QuarAntenna a Antonio Decaro.