L’arte orale della parola approda in IULM

Parole, parole parole, cantava Mina.

Parole che diamo per scontate, che sono talmente essenziali per la nostra quotidianità da renderci quasi inconsapevoli del loro peso e della loro influenza.

Ma quante cose potremmo fare con le parole, con la nostra voce? Quanto potremmo incidere sulla cultura e sulla mentalità della società del nostro tempo?

Ascolta l’intervista al Prof.Giovannetti e al Dott. Cardilli, organizzatori del convegno L’arte Orale dal lato letterario

La parola, nella sua forma più pura e nelle sue più svariate evoluzioni: questo sarà il fulcro centrale del convegno “L’arte orale. Poesia, musica e performance” che si terrà nei giorni di mercoledì 8, giovedì 9 e venerdì 10 maggio. Lo organizzano i docenti IULM Paolo Giovannetti, Stefano Lombardi Vallauri e Marida Rizzuti e il professore dell’Università degli Studi di Milano Lorenzo Cardilli.

Durante queste tre giornate di incontri imperdibili, che si terranno nella Sala dei 146, IULM 6, verrà discusso l’impiego della parola. Si guarderà in particolare ai contesti artistici nuovi e molto stimolanti come la slam poetry, la musica rap e la vocal performance art.

Ascolta l’intervista ai Prof. Lombardi Vallauri e Rizzuti, organizzatori del convegno L’arte Orale dal lato musicale

Inoltre, parlando di performance, il ciclo di incontri verrà intervallato da esibizioni di artisti ed esperti del settore. Jonathan Culler, professore della Cornell University e grande teorico di poesia, ad esempio si esibirà in una lecture giovedì 9 maggio, dalle 9.30 alle 10.30.

Un ciclo di incontri essenziali per tutti noi, non solo come studenti di un’Università di comunicazione, ma come esseri umani. Per scoprire e apprezzare le potenzialità della nostra voce.

L'arte orale