Cosimo. Fuorisalone: istruzioni per l’uso

È arrivato. Come il Natale e la Quaresima.
Uno degli avvenimenti più attesi dell’anno, secondo solo alla Fashion Week.

Per la gioia di radical chic e finti intellettuali.
Il Fuorisalone.

I luoghi

Nato nei garage di Tortona, si è allargato, negli anni, a macchia d’olio. A tal punto che oggi per vedere le installazioni migliori è necessario un abbonamento Trenord.

I protagonisti

In grado di visitare Milano in lungo e in largo senza versare mezza goccia di sudore. Rigorosamente a piedi, falcata lunga, passo veloce, ma mai di corsa.
Ai piedi sneakers più costose di un affitto in Brera, borse di tela, tracolle, mini-bag, super-bag, marsupi, zaini, zainetti, valigie. Piumini, capotti. Capelli raccolti, tinti e stinti.

Must have: oversized, occhiale da sole con lente colorata possibilmente vintage. E più vintage e oversized c’è, meglio è.

Perché i finti designer sono così, un po’ come i radical chic: apparentemente disinteressati, altolocati, saccenti, acculturati, introspettivi e alcolizzati. Che se ti sbagli ad arrivare a un vernissage quindici minuti in ritardo, lo spumante di benvenuto è ormai finito.

Vagano per via Tortona alla ricerca dell’installazione più instagrammabile elargendo critiche e consigli anche al fruttivendolo venezuelano.
Non mangiano, non dormono, non prendono la metro.
Sono loro i veri protagonisti del Fuorisalone, capaci di oscurare anche l’installazione migliore.

Le installazioni

Anche perchè è ormai fatto noto.
Catartiche, indispensabili, divisorie, rivoluzionarie.
Le installazioni del Fuorisalone sono pienamente comprese dai pochi prescelti di una setta che predica il nome di Arthur Mamou-Mani (nda architetto londinese, sua è l’opera Conifera a Palazzo Isimbardi).
Per i comuni mortali, figli di Facebook e Maria De Filippi, incapaci di distinguere un seggiolino Stokke da una poltrona Frau, rimangono ville, villoni, piazze, orti botanici e saloni incantevoli che nel giro di qualche secondo finiranno sulle home page di Facebook di mezza Italia.

Cosimo. Consiglia

Di farci un giro.