“Thank God there is Billie Eilish”

Lo scorso giovedì sono stata al concerto di Billie Eilish e qui voi lettori starete pensando due cose: o “ma chi è?” o “ma come hai fatto a trovare i biglietti?”.

Per la seconda domanda la risposta è semplice: una grandissima botta di culo, senza usare mezzi termini. Per rispondere alla prima domanda, invece, mi occorre più tempo.

Riguardando indietro al nostro periodo delle superiori, tutti si ricorderanno chi sono gli One Direction e come la maggior parte delle nostre amiche o compagne impazzissero per loro. Tanto da strapagare i biglietti per i concerti e piangere, appostate fuori dagli alberghi, con i propri genitori al seguito.

Ora, sarò sincera con voi, gli One Direction non hanno mai fatto per me, ma sono testimone dell’incredibile successo che hanno avuto e ciò gli va riconosciuto. Oggi gli One Direction non ci sono più, ma c’è Billie Eilish (per fortuna).

La giovane cantante è il nuovo fenomeno e questo lo sapevamo già, ma il sold out al Fabrique ce l’ha confermato. Il pubblico era composto non solo da adolescenti accompagnati dai genitori, ma anche da adulti curiosi.

Il fatto stravagante è che Billie, classe 2001, ha solo 17 anni, ma si muove sul palco con la stessa sicurezza e consapevolezza di chi ha alle spalle già 10 anni di carriera. Acclamata dalle grida dei più giovani, Billie va in scena e tiene tutti incollati per un’ora e mezza.

La storia di Billie Eilish

Cresciuta in una famiglia di attori e musicisti (suo fratello, Finneas O’Connell, è anche il suo produttore), il successo della ragazza di Highland Park parte dalla sua camera da letto, condivisa con il fratello.

Sarà forse anche grazie a questo contesto familiare che Billie Eilish, nonostante la giovane età, vanta una grandissima personalità, fondamentale per distinguersi in un mondo dove c’è tanto tra cui scegliere. Ed è proprio questa personalità che rende unici i testi e le musiche delle sue canzoni, che mai direste essere state scritte da una ragazza di 17 anni.

Billie (@wherearetheavocados su Instagram) fa dei social, che usa per parlare con i giovani fans, un suo punto di forza: su Instagram conta 13,5 milioni di follower e su Youtube le visualizzazioni non sono da meno. C’è da dire che sa farsi riconoscere: non mancano infatti nel web suoi video in cui mette in bocca o sul corpo ragni enormi e questo, a quanto pare, affascina.

Insomma, quello che fa impazzire i Millenials di oggi è proprio una figata, perché Billie è brava.

In un periodo in cui gli adolescenti spesso, lasciatemelo dire, scelgono male cosa ascoltare, sono contenta di poter dire che questa volta ci hanno azzeccato.

Federica Bassi