“Spider-Man: Far from Home”. Illusione e Antieroe

Il 10 luglio scorso è uscito in Italia “Spider-Man: Far from Home”, il ventitreesimo film della Marvel Cinematic Universe.

In questo nuovo capitolo, Peter Parker si troverà in vacanza in Europa. Il soggiorno prenderà una piega inaspettata quando Nick Fury chiederà il suo aiuto per fronteggiare una nuova minaccia.

L’Illusione del reale

Spider-Man verrà più volte ingannato da Mysterio, un ex dipendente di Tony Stark , che ricopre il ruolo dell’antagonista in questo film.
Nonostante privo di poteri sovrumani, Mysterio è un maestro delle Illusioni che “manipola” la realtà per raggiungere i propri scopi.

La realtà per Schopenhauer è un’illusione, sogno e parvenza, ritenendo che la rappresentazione sia nient’altro che una “fotocopia mal inchiostrata“, cioè che cela la verità delle cose.

La realtà cinematografica ricalca questo concetto. Il cinema, sin dalle sue origini, è sempre stato definito come una “fabbrica dei sogni”, un luogo dove il pubblico si abbandona nelle storie dimenticando la loro realtà.
Il film è un’illusione, in cui le innumerevoli magie e tecniche cinematografiche ingannano lo sguardo dello spettatore. Questi effetti speciali saranno l’arma di Mysterio per illudere gli occhi delle persone e di Spider-Man.

La figura dell’antieroe

Mysterio in realtà è un “eroe a metà”: il suo scopo è quello di diventare il nuovo Iron Man e per raggiungerlo è disposto anche a uccidere.

Anche se presenta tratti negativi, l’antieroe non è mai completamente malvagio e non si oppone continuamente all’eroe per scopi maligni. Infatti Mysterio, all’inizio del film, nutre simpatia per Peter Parker e non è intenzionato a fargli del male.

Forse, è stata un peccato l’assenza di un altro antagonista che ricoprisse il ruolo del cattivo vero proprio. Questo perché, per mettere in luce la figura dell’antieroe, ci vuole un confronto morale: un personaggio peggiore di Mysterio.
Purtroppo questo personaggio non c’era sprecando, forse, le potenzialità del nostro illusionista.

In conclusione

Spider-man: Far from Home è un film piacevole da guardare, in cui non mancano, assolutamente, momenti leggeri. Invito tutti a darci un’occhiata e a ammirare tutte le meravigliose illusioni che il film ha da offrire al nostro sguardo da spettatore.