Modjadji: a teatro durante l’emergenza sanitaria

A seguito delle misure prese a tutela della salute pubblica, il Teatro No’hma propone una visione alternativa dello spettacolo Modjadji.

Modjadji

Modjadji  tratta di un dramma introspettivo che racconta la crisi d’identità di una giovane ragazza. La protagonista è una studentessa universitaria e, al contempo, la regina del popolo Balobedu – una tribù bantu sudafricana che crede che le proprie sovrane abbiano il potere di far cadere la pioggia.

Lo spettacolo scritto e diretto da Ntshieng Mokgoro, pluripremiata regista e fondatrice della compagnia sudafricana Olive Tree Theatre, è presentato in anteprima internazionale. Modjadji riflette, attraverso la commistione di musica, prosa e danza, su come la tradizione, la cultura e l’educazione possano condizionare le aspirazioni degli individui.

Il teatro a casa

Questo è il quinto appuntamento della XI Edizione del Premio Internazionale, programmato al Teatro No’hma (via Andrea Orcagna 2, Milano) per  mercoledì 26 e giovedì 27 febbraio 2020 alle ore 21. Tuttavia, a fronte delle nuove disposizioni in atto per l’emergenza Coronavirus, vi si potrà partecipare in un’altra modalità. D’accordo con la compagnia sudafricana Olive Tree Theatre, la rappresentazione originale di Modjadji sarà trasmessa sui canali web del teatro. Si tratta dello spettacolo andato in scena nel 2018 presso il South African State Theatre di Pretoria con il titolo di That Night of Trance. Per il pubblico sarà sufficiente collegarsi alle ore 21 di mercoledì 26 e giovedì 27 febbraio sul sito www.nohma.org o sul canale Youtube del Teatro No’hma.

Inoltre, a tutti coloro che si sintonizzeranno verrà data la possibilità – come da sempre avviene a chi partecipa alle repliche del Premio Internazionale – di esprimere il proprio voto inviando una mail a nohma@nohma.it, scrivendo tramite la chat presente sul sito www.nohma.org, oppure telefonando allo 02.45485085 / 02.26688369.

Lo spettacolo sarà in lingua inglese sottotitolato in italiano.

L’evento è inserito nel palinsesto “I talenti delle donne”, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dedicato all’universo femminile.

L’iniziativa intende promuovere l’uguaglianza di genere. Alla base sta il principio che tutti i cittadini possano trarre beneficio da una società maggiormente egualitaria, che sa riconoscere e valorizzare le differenze.