Europa in Versi. Laura Garavaglia racconta la poesia

Sono contenta di scrivere di Europa in Versi. Questo festival di poesia internazionale raccoglie infatti talenti da tutto il mondo. Affronta i temi più disparati ed è un baluardo contro le brutture.

Europa in Versi. Laura Garavaglia racconta la sua poesia
Poeti e curiosi in attesa di assistere alle performance di Europa in Versi

In tempi in cui l’arte e la storia bruciano, la memoria degli uomini e della natura non può che affidarsi alle parole e ai versi. Non è d’altra parte la prima volta che sono i poeti a soccorrere la civiltà.

Europa in Versi: l’iniziativa

Dal 12 al 13 aprile, tra Milano e Como, si sono alternati sul palco di Europa in Versi poeti di tutte le nazionalità. E non poeti qualsiasi, bensì slammers.

Facciamo un passo indietro. Nato attorno agli anni ’80, il Poetry Slam è una performance poetica molto coinvolgente. La sua forza risiede nell’accentuazione di quella sintonia con il pubblico che già è insita nella natura della poesia. La forma dello Slam trasforma però questo rapporto in un vero e proprio dialogo, nutrendosi delle abilità recitative dell’interprete.

Nel lontano 2011, la poetessa Laura Garavaglia, in collaborazione con Maurizio Cucchi, ha deciso di varcare il confine. “In maniera forse un po’ scriteriata abbiamo portato il Poetry Slam in Italia” racconta la direttrice della Casa della Poesia di Como.

Ascolta l’intervista a Laura Garavaglia

La IX Edizione di Europa in Versi

Una scelta che nel tempo si è dimostrata vincente. Dalle prime edizioni infatti l’iniziativa è cresciuta, sino a coinvolgere alcuni dei nomi più noti del panorama poetico contemporaneo.

Solo questo 12 aprile, Europa in Versi ha potuto addirittura indossare “Il cappotto del padre” dell’americano Marc Kelly Smith. Ha seguito i ritmi mordenti e suadenti del Brasile sociale di Roberta Estrela D’Alva. Si è commossa con i canti d’amore e guerra di Jeton Kelmendi.

Ascolta un assaggio della IX edizione di Europa in Versi

La poesia oggi

Laura Garavaglia individua la forza di Europa in Versi, e più in generale della poesia, nel testo. Nonostante la Slam Poetry recuperi prepotentemente l’oralità, il significato della parola scritta conserva sempre un ruolo determinante.

La performance è solamente l’accompagnamento di quella sperimentazione di parole e pensieri di cui consiste la poesia. Solo l’intensità dei versi permette infatti di strappare la propria umanità dalle brutture.

Europa in Versi. Laura Garavaglia racconta la sua poesia
Il Pubblico di Europa in Versi

“La poesia è un modo di conoscere la realtà” afferma infatti la creatrice del festival, “Aiuta nei momenti difficili”. Citando il sommo Bardo Eugenio Montale, “Il vero sentimento poetico pensa individualmente” ma trascrive l’emozione come se essa appartenesse al lettore.

Probabilmente è questo il segreto della longevità di Europa in Versi. Forse è il segreto della longevità della poesia stessa. “Credo nelle nuove generazioni” commenta a riguardo Laura Garavaglia. Parlando poi delle numerose iniziative della Casa della poesia di Como, conclude così: “Saranno i giovani a portare avanti la poesia“.