Cosimo. Il cielo è sempre più blu

Fascisti al Salone del Libro, fascisti per strada, fascisti al supermercato, fascisti al bar, fascisti in aula. E per fortuna arriva Archie Harrison, il Baby Sussex, a farci tirare il fiato.

Fuori i fascisti

Altaforte edizioni, casa editrice di CasaPound, è stata esclusa dal salone del Libro e il suo direttore, Francesco Polacchi, è indagato per apologia del fascismo.

Per Salvini è censura (forse perché il libro incriminato altro non è che una sua intervista). Per Carla Nespolo, presidente dell’Anpi, doveroso rispetto della Costituzione e dell’antifascismo.

La sindaca Chiara Appendino e il presidente Sergio Chiamparino la definiscono una scelta politica di cui si assumono tutta la responsabilità.

Molti autori, venuti a conoscenza della presenza di filofascisti al Salone, hanno dato forfait. Tra gli altri Halina Birenbaum, sopravvissuti ai campi di concentramento nazisti.

Il Salone è iniziato oggi. Dopo l’annuncio dell’allontanamento di Altaforte, ZeroCalcare e Ginzburg hanno annunciato il loro ritorno. Ad inaugurarlo: Halina Birenbaum.

Auguri e figli maschi

E se da una parte della Manica si lotta contro i fascisti mentre Lilli Gruber asfalta Salvini ad Otto e mezzo, dall’altra Meghan Markle ha finalmente messo al mondo il Baby Sussex.

Una gravidanza che è sembrata durare quattro anni e sette mesi tra gossip, speculazioni, paure, timori, scommesse, promesse. Fino ad arrivare a martedì. Il 6 maggio 2019 Henry e Meghan sono diventati genitori.

Settimo in linea di successione britannica (prima di lui nonno, zio, cugini e padre), il Baby Sussex si chiama Archie Harrison Mountbatten-Windsor ed è già comparso in diretta televisiva sulle televisioni di tutto il mondo insieme ai genitori.

Henry, felice, felice davvero, con quel sorriso che solo un padre può avere. E Meghan, stupenda, as usual, in bianco e tacco sette, che mostra impavida la mum tua (la caratteristica pancia post partum).
Sono bellissimi e felici. E noi con loro (meno belli, ma assai felici).
Che finalmente, anche per un momento soltanto, le nostre homepage riportino buone notizie.

Cosimo. Consiglia

Le storie della Resistenza. Dei sopravvissuti a uno sterminio che ha lacerato il mondo e gli ha procurato una ferita impossibile da rimarginare. Gli intellettuali che non hanno paura di schierarsi e alzare la voce.
Cosimo consiglia sempre, sempre e comunque, la verità e la libertà.