IULM ed il quartiere che ha cambiato. Ascolta il rettore, prof. Negri, nella nostra intervista

La riqualificazione del quartiere può rientrare nelle competenze di un ateneo? Certamente sì, come dimostra la storia – prima che l’operato – dell’Università IULM. E se, oltre che al “mondo delle idee”, il campus di cui pose la prima pietra Carlo Bo pare adesso un monumento anche al tessuto urbano che lo ospita.  

Nel tempo, IULM ha infatti avuto una presenza sempre più consapevole nel proprio circondario, così come testimonia la recente ristrutturazione di Cascina Moncucco.
E proprio in quello che un tempo era un ingombrante rudere, ma è oggi un funzionale complesso abitato da studenti, è stata presentata l’inchiesta IULM e il quartiere.
Il lavoro, diretto dal prof. Guido Ferilli e condotto dai suoi studenti del laboratorio di produzione artistica e culturale, è stato adesso consegnato nelle mani della città.
Alla presenza del magnifico rettore, il prof. Mario Negri, del presidente del sesto municipio, Santo Minniti e del direttore del dipartimento di studi umanistici dell’università, la prof.ssa Giovanna Rocca, gli studenti hanno così potuto presentare i dialoghi, le opinioni ed i dati raccolti in giro per il quartiere, che ha idealmente ripercorso la sua evoluzione dalla fondazione dell’Ateneo ad oggi ed espresso speranze per il suo futuro.

Ne abbiamo parlato proprio con il nostro Rettore (giù il podcast da ascoltare) in questa intervista sull’Università IULM ed il quartiere di cui, inevitabilmente, ha determinato l’evoluzione.

Intervista al rettore, prof. Mario Negri, a margine di IULM e il quartiere

La nostra intervista al rettore dell’Università IULM, il prof. Mario Negri

L’intervento della IULM in una zona di Milano non senza problemi – ci ha detto il rettore Negri – ha dato i suoi frutti e il quartiere ha ricambiato. Milano è una città centripeta, ma grazie ai servizi della zona e grazie alle strutture dell’università, stiamo riuscendo a coinvolgere la cittadinanza anche in un quartiere periferico come la Barona. Un esempio è la Cascina Moncucco, ristrutturata grazie ai nostri finanziatori e al Comune, riadattata a residence per gli studenti”. [Estratto parziale]